Orari di apertura

Dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 21.00
Domenica dalle 10.00 alle 21.00

barba.jpg
Pubblicato il 18 Agosto 2017

La barba è l’elemento che caratterizza esteticamente i maschietti. Icona di stile e tratto distintivo del proprio stile di vita, attorno ad essa, ruota ormai un business fatto di prodotti specifici e barberie di lusso.

Il barbiere scassato e con le luci al neon è ormai un lontano ricordo, anche la location dove vengono tagliati barbe e baffi ha assunto contorni più stilosi, oltre che per moda, perché il settore della barberia italiana ha avuto recentemente un forte boom, testimoniato dall’apertura di barberie (e attenzione non più barbieri!)  molto ricercate sia nelle piccole, che nelle grandi città. Anche gli hotel di lusso hanno deciso di investire nelle suite Barber Shop in cui la cultura delle sale da barba nordamericane incontra l’atmosfera delle barberie siciliane, un’arte quella della “barba e baffi”, che ricordiamo, è una maestria tipicamente italiana!

La barba dunque è il punto da cui parte l’eleganza e lo stile del maschio, ad essa vengono riservate cure maniacali, perché è il simbolo di virilità per eccellenza o anche perché nasconde i difetti del viso, insomma una barriera e allo stesso tempo baluardo da difendere a colpi di trattamenti estetici ad essa dedicati.

Una tipica beard routine, è caratterizzata da passaggi ben specifici. Prima di tutto la barba va lavata, anche sotto la doccia, ma con uno sapone specifico, poi va tamponata con una salvietta asciutta, pettinata con un’apposita spazzola, prima contro pelo e poi verso il pelo e alla fine le si applica un balsamo che non necessita di risciacquo.

Dopo questi passaggi la barba, anche corta, va asciugata con spazzola e phon, una volta asciutta pettinatela con un pettine a denti larghi e applicate, massaggiandola, un olio idratane. In caso di baffi, un ulteriore passaggio finale è applicare la cena per dare loro la forma desiderata!

Per il prossimo autunno-inverno 2017/18 la barba sarà ancora protagonista, più corta ma molto rifinita e modellata. Anche i baffi avranno la loro stagione di gloria, e potranno essere portati in molti modi diversi: baffi a ferro di cavallo, rivoluzionari o a manubrio,  l’importante è che sino belli nella forma e nello spessore e soprattutto puliti e profumati. Il pizzetto, invece è completamente demodé, una via di mezzo che non dice nulla, i cui fasti risalgono ai tempi che furono; gli anni novanta sono lontani, il presente dell’estetica maschile non contempla via di mezzo perché è fatto di barbe definite e baffi folti.